Un negozio di articoli da regalo per i piloti americani a Bari, 1945. Foto: US Army © 1945
Un negozio di articoli da regalo per i piloti americani a Bari, 1945. Foto: US Army © 1945


In inglese: Study finds new evidence of 5 more Allied gift shops in Italy

Lo studio di Faggella sul ruolo di Giorgini nel lancio della moda italiana degli anni 50 getta nuova luce sulla complessa biografia del commissionario toscano.

“La scoperta più sorprendente è stata l’esistenza dell’Allied Gift Shop di Giorgini in Via dei Calzaiuoli a Firenze”, ha dichiarato Faggella.

Mentre i negozi gestiti dall’esercito alleato in Italia vendevano sigarette, saponette, e gomme da masticare, il negozio di Giorgini a Firenze vendeva oggetti di artigianato toscano di lusso, inclusi accessori di moda.

La ricerca di Faggella dimostra che Giorgini gestiva altri quattro negozi di articoli da regalo: uno a Barberino del Mugello, sulla strada per il Passo della Futa, e altri tre a Milano, Monza e Trieste rispettivamente.

Chiara Faggella Foto: Svante Emanuelli © 22 febbraio 2019
Chiara Faggella Foto: Svante Emanuelli © 22 febbraio 2019
 

In svedese: Nya bevis för 5 fler presentbutiker för allierade funna i Italien

Per molti anni i ricercatori sono stati d’accordo ad attribuire a Giorgini la sola responsabilità delle origini della moda italiana, ma le scoperte di Faggella rivalutano il suo ruolo e confutano 3 vecchie affermazioni.

In primo luogo, è vero che Giorgini organizzò le prime sfilate internazionali di moda italiana a Firenze nel 1951, e che divenne un intermediario per la couture italiana. Ma non era solo, e non fu il primo, a interessarsi alla creazione di un nuovo mercato internazionale per gli accessori di moda e l’alta sartoria italiana negli Stati Uniti e nel Canada.

In secondo luogo, la ricerca di Faggella abbandona il concetto semplicistico secondo cui la moda italiana è nata da un giorno all’altro nel 1951, e resetta gli inizi della sua fama internazionale al 1944.

Terzo,"è un mito che già nel 1951 esistesse un look uniformato fra tutti gli abiti italiani che sfilarono alle manifestazioni di Firenze,” ha spiegato Faggella.
Svante Emanuelli


Scopri di più

L’Allied Gift Shop in Via dei Calzaiuoli 56 rosso venne gestito da Giorgini sotto comando britannico tra l’ottobre del 1944 e il marzo del 1946. Firenze fu liberata l’11 agosto 1944 e l’Italia il 25 aprile 1945.
L’11 Gennaio 2019 la dottoressa Faggella ha difeso la sua tesi di dottorato ”Not So Simple”: Reassessing 1951, G.B. Giorgini and the launch of Italian fashion.
Faggella ha analizzato l’archivio privato Giorgini, esaminando corrispondenza e album contenenti materiale di pubbliche relazioni e stampa nazionale ed estera. La corrispondenza in particolare, ignorata dagli studi di moda precedenti, la ha aiutata a ricostruire l’immagine dell’uomo dietro il mito.